IoT nella vita di tutti i giorni, e scoprire quante cose hanno da dire gli oggetti che ci circondano?

Vediamo dove possono essere utilizzati i dispositivi IoT e scopriamo quali vantaggi si possono ottenere.

7 risposte indispensabili per capire cosa è IoT.

Smart Home – la casa intelligente, in che modo?

I dispositivi IoT permettono di collegare i nostri elettrodomestici e utensili sulla rete e pilotarli con applicazioni in modo rapido e intelligente. Monitorare e controllare non è più un problema, come non sarà più un problema definire delle regole di funzionamento e determinare le azioni a fronte di eventi specifici. Pilotare l’illuminazione di casa sarà uno scherzo, ma lo potremmo fare anche dall’altra parte del mondo e avere il feedback in ogni istante. Nei prossimi 10 anni, verranno convertiti milioni di luci con la tecnologia LED smart. Con la disponibilità dell’IoT l’illuminazione diventerà una rete sensoriale, e tutte le informazioni e i dati verranno accumulati nel cloud. I dispositivi IoT inoltre eleveranno molto i livelli si sicurezza attuali.

Samsung con ARTIK permette già ora una piena interoperabilità end-to-end degli apparecchi di illuminazione smart, dei sensori e dei pannelli di controllo attraverso il cloud.

Smart Building – edifici intelligenti, ma come?

Chi gestisce edifici ha bisogno di conoscere in ogni istante il fabbisogno di energia e poter prevedere l’andamento dei consumi per ridurre i costi e raggiungere gli obiettivi di sostenibilità pur mantenendo un’ambiente confortevole. Le soluzioni Smart sono integrate e gestiscono una vasta gamma di sistemi di controllo come HVAC, luci, tapparelle, sicurezza e attrezzature. In questo settore l’hardware, il software e il cloud si combinano in componenti  easy-to-use, con API all’avanguardia, per integrare  sistemi che possano agire anche in modo indipendente sui sistemi di building automation.

Smart Cities – città intelligenti con le tecnologie IoT?

Immaginate il traffico che scorre senza problemi attraverso le autostrade prima ingolfate; semafori regolati a seconda della presenza delle persone e del traffico; corsie per i servizi di emergenza allestite e ottimizzate al momento della necessità; conoscere i posti auto disponibili ancora prima di arrivare. Questi sono solo alcuni dei modi con cui la Smart City può rendere migliore la vita dei suoi abitanti. Già adesso sono disponibili i servizi cloud e l’hardware necessari per fare in modo che tutto questo diventi reale.

Produzione – con IoT si può produrre a costi più bassi?

Con IoT si possono abbassare i costi di produzione perché questa tecnologia permette di controllare meglio il processo produttivo e le attrezzature che ne fanno parte; può ridurre i tempi di fermo macchina e migliorare l’utilizzo degli asset, ma migliorano anche lo scambio di informazioni tra le imprese fornitrici per consentire un vero real-time. IoT migliora l’offerta dei produttori con la connettività hardware, software nel cloud e si riduce il time-to-value.


connected-retailVendita al dettaglio – come è possibile migliorare le vendite con IoT?

La crescita dell’e-commerce sta mettendo sotto pressione i negozi su strada e li costringe a fornire al cliente un’esperienza più coinvolgente. Infatti molti commercianti e distributori stanno affrontando la sfide attuando una strategia efficace, l’omni-channel, con l’approccio dinamico ai consumatori. IoT consente a queste categorie di profilare e monitorare il comportamento dei clienti nei luoghi fisici e digitali che frequentano prima, durante e dopo l’acquisto; consente dunque di intercettare rapidamente le opportunità e di rispondere con precisione alle loro aspettative e ottimizzare le attività di supply chain.

Settore automobilistico – IoT, permette di condividere ogni dato particolare e generale e rendere le strade più sicure?

Davanti a un ingorgo improvviso nella nebbia il dispositivo di guida rallenta automaticamente e chiama i servizi di emergenza, o fa lo stesso se il conducente, improvvisamente, ha un grave problema di salute, in casi come questi IoT diventa molto utile e con le vetture sempre più sofisticate tutto diventa più sicuro  se i dati e le informazioni possono essere liberate sulla rete e condivise.
IoT aiuta a raccogliere e dare un senso a tutte queste informazioni, individuando i dati importanti all’interno di un singolo veicolo e condividerli nella rete, che a sua volta è in grado di monitorare tutti i veicoli in un’area, su una strada particolare, o in una flotta, mantenendo i dati privati e sicuri.

Salute e benessere – IoT può allargare gli orizzonti della ricerca?

Salute e benessere vanno regolarmente controllate, IoT aiuta a rendere l’assistenza sanitaria di valore, quindi disporre di dati che permettono di allargare in modo esponenziale gli studi osservazionali per la verifica degli effetti di nuove molecole nell’ambito farmaceutico. Sicché gli studi possono contare non solo su una maggiore mole di dati e dunque su una maggiore aderenza alla realtà, ma anche sulla raccolta di dati che arrivano direttamente da persone che vivono con i wearable la loro vita reale senza la necessità di “simularla” in un campus o in un contesto di studio “protetto”.

Già oggi gli ospedali stanno testando i benefici di IoT

Già oggi gli ospedali stanno testando i benefici di IoT

 

 

Similar Articles

Sviluppo siti web, un...Perché realizzare un sito web con la nostra web agency? Dalle pagine di presentazione...
Farsi trovare per...Il messaggio è forte e chiaro, la carriera va gestita come fosse un'azienda. Un mare di...
Alibaba a un miliardo...Il Market Place Alibaba, oggi ha polverizzato ogni record di vendite on-line. In poco...
E-commerce: guida alla...Guida alla disciplina fiscale ai fini Iva relativa al commercio elettronico (e-commerce),...
I clienti si riversano...e-Commerce, non finisce più di sorprendere L’aspetto sorprendente dell’ecommerce è...
Migliorare il nostro...    I siti realizzati su piattaforme CMS, permettono l'installazione di...
250milioni di europei...Con 250 milioni di persone che fanno acquisti online in Europa, il vecchio continente è...

Leave a Reply